I nuovi campioni italiani Fotosub

Si sono conclusi nel week-end scorso ad Arenzano i Campionati Italiani di Fotosafari Subacqueo. L’importate manifestazione è tornata in Liguria dopo una assenza durata più di un ventennio (l’ultima edizione infatti si svolse nello specchio di mare circostante il Promontorio di Portofino nel 1981 ), ed ha visto in gara i migliori fotografi subacquei italiani contendersi a colpi di click il titolo nazionale di specialità.

Ad organizzare l’evento patrocinato dalla Provincia di Genova, oltre al Comune di Arenzano rappresentato per l’occasione dall’Assessore allo Sport Mauro Gavazzi, sono stati il Club Sub Isomar di Bogliasco ed il Diving Center locale Techdive diretto da un inesauribile Gino Sardi. Alla finale, sono giunti solo i ventisei concorrenti che hanno ottenuto nel corso dell’anno i migliori piazzamenti nelle selezioni regionali .

In palio vi è stata l’assegnazione oltre che dei titoli individuali per la categoria Apnea Master dove i fotosub gareggiano esclusivamente in apnea, della Free Master nella quale è invece consentito l’uso di autorespiratore ad aria, e per Società rappresentate ciascuna da due atleti, anche della categoria Digitali Compatte nella quale i concorrenti competono esclusivamente con fotocamere non “reflex”.

fotosafari2008_bavosaCampo di gara prescelto è stato il tratto di mare circostante lo Scoglio Nave, indicato dagli esperti come il più idoneo grazie ad una ampia varietà di ambienti sottomarini, ed al termine ampiamente apprezzato dai contendenti inaspettatamente a loro dire ricco di specie. Sede logistica per le operazioni a terra è stato invece il MUVITA, centro d’animazione scientifica, perfettamente attrezzato per fornire supporto tecnico ai vari team e per ospitare il pubblico che nella serata conclusiva ha avuto il piacere di seguire oltre alla premiazione anche una interessantissima proiezione fotografica.

Per ogni categoria i cacciafotosub hanno avuto a disposizione due prove in mare della durata di quattro ore ciascuna, durante le quali rispettando sia l’ambiente che la tecnica fotografica hanno cercato di immortalare il maggior numero di specie differenti di pesci. Al termine delle prove in mare i concorrenti hanno effettuato una selezione di immagini da presentare ad una giuria composta da esperti. Questi ultimi hanno attribuito un punteggio tenendo conto della qualità fotografica e della difficoltà che rappresenta la “cattura” di ciascuna specie.

fotosafari2008_corradi3classfreemasterLa somma del punteggio raggiunto moltiplicata per il coefficiente di difficoltà, ha così decretato la classificazione di ciascun concorrente. Campione Italiano dell’ Apnea Master è risultato quindi Domenico Ruvolo, una conferma in quanto campione in carica, il quale ha distanziato di quasi duecento punti un espertissimo Fabio Cosciani. Tra la Free Master il neo-campione è risultato il siciliano Freni Franco mentre il savonese Massimo Corradi ( già Campione italiano nel 2007 ) è giunto terzo a causa di alcuni problemi tecnici.

Le maggiori sorprese sono giunte però dalla Digitali Compatte dove la genovese all’esordio di una competizione di altissimo livello Martina Gambirasi ha sfiorato per una manciata di punti il titolo andato al palermitano Thomas Valerio. Alle spalle della Gambirasi un altro genovese Massimiliano Muratore. Altre conferme dell’ elevato grado di preparazione della scuola ligure sono venute dai vari piazzamenti raggiunti da Alessandro Marcenaro ( quarto nella Free Master ), Alessio Pessano ( quinto nella Free Master ), Gianni Risso ( settimo nelle Digitali Compatte). Per le Società il titolo nazionale è andato al Club Argonauta, mentre primo dei liguri è risultato essere il C.S. Isomar Bogliasco.


Articolo recensito da "il secolo XIX"
Letto 2270 volte