Linee guida primo soccorso e BLS

L'IRC (Italian Resuscitation Council) è l’organismo che certifica le linee guida sulla rianimazione cardio polmonare in Italia e alla fine del 2005 ha pubblicato sul suo sito www.ircouncil.org le nuove linee guida per il BLS e il BLSD.
In questa sede ci limitiamo a prendere in considerazione il BLS.

Scarica il documento completo del testo dell'IRC: nuove linee guida primo soccorso BLS nuove linee guida primo soccorso BLS

Ecco alcune delle modifiche:
(le indicazioni sono destinate esclusivamente al personale di soccorso definito "laico" come i nostri Istruttori o Aiuto Istruttori o coloro che hanno seguito un corso di Salvamento)

APERTURA DELLE VIE AEREE
 
Prima: il soccorritore operava una modesta estensione del capo con una mano sulla fronte della vittima, osservava e ispezionava il cavo orale, quindi iperstendeva il capo (se non si sospettavano traumi alla colonna cervicale) con l'aiuto di due dita dell'altra mano sulla punta del mento.
Adesso: si posizionano le mani sulla fronte e sulla punta del mento e si procede alla iperestensione del capo ed al sollevamento del mento. Non é previsto alcun controllo visivo delle vie aeree o esplorazione del cavo orale con le dita, tranne quando si sospetta un'ostruzione del cavo orale.

SOPPRESSIONE DELLE PRIME 2 VENTILAZIONI DI SUPPORTO
Prima: dopo la verifica dello stato di coscienza e l'apertura delle vie aeree, si valutava il respiro attraverso la manovra GAS per 10", se non respirava si eseguivano subito 2 ventilazioni di supporto della durata di 2" ciascuna.
Adesso: dopo la verifica dello stato di coscienza e l'apertura delle vie aeree, si valuta il respiro attraverso la manovra GAS per non più di 10". Se non respira o nel caso fossimo in dubbio, iniziare subito con le compressioni toraciche.

POSIZIONE DELLE MANI NELLE COMPRESSIONI TORACICHE
Prima: si ricercava il punto di repere al centro del torace facendo scorrere l'indice ed il medio sul margine inferiore della gabbia toracica fino al congiungimento delle coste con lo sterno; si posizionava il dito medio su questo punto, si appoggiava l'indice sullo sterno, facendo scorrere la mano libera sullo sterno si appoggiava di fianco all'indice. Si sovrapponeva poi l'altra mano alla prima. Frequenza delle compressioni circa 100 al minuto.
Adesso: si pone la parte prossimale del palmo al centro del torace facendo attenzione ad appoggiarla sullo sterno e non sulle coste. Sovrapporre l'altra mano alla prima. Intrecciare le dita delle due mani sovrapposte. Non appoggiarsi sopra l'addome superiore o l'estremità inferiore dello sterno. Frequenza delle compressioni circa 100 al minuto.

DURATA DELLE VENTILAZIONI E VOLUMI
Prima: si eseguivano 2 ventilazioni della durata di circa 2". Il volume immesso dovrebbe essere circa 1100 ml.
Adesso: si eseguono 2 ventilazioni della durata di circa 1". Il volume immesso dovrebbe essere circa 500-600 ml.

PRESIDI PER LA VENTILAZIONE
Prima: tecniche utilizzabili --> bocca a bocca, bocca-naso, bocca-maschera (con pocket mask)
Adesso: non vi é più il suggerimento ad eseguire il bocca-bocca se il soccorritore non se la sente. In questo caso deve solo procedere al massaggio cardiaco.

SOPPRESSIONE CONTROLLI POLSO E RESPIRO DURANTE LA SEQUENZA
Prima: si eseguiva la ricerca dei segni di circolo. La sequenza prevedeva che dopo 1" fosse eseguito il primo controllo dei segni di circolo e respiro
Adesso: non si esegue il controllo dei segni di circolo ma solo quello dell'attività respiratoria, la cui assenza da avvio alla RCP. La sequenza viene interrotta solo dall'utilizzo di un DAE oppura dalla ripresa di una respirazione efficace, dall'arrivo del soccorso avanzato, dall'esaurimento fisico del soccorritore o dall'arrivo di un medico.

RAPPORTO COMPRESSIONI/VENTILAZIONI
Prima: il rapporto compressioni/ventilazioni era 15:2
Adesso: il rapporto compressioni/ventilazioni é di 30:2
La velocità delle compressioni deve essere di 100 al minuto.
I parametri non cambiano se si è da soli o in coppia.
In coppia cambiare i ruoli compressore/ventilatore frequentemente.

PBLS
Prima: 5 ventilazioni iniziali per poi proseguire con un rapporto compressioni/ventilazioni 5:1
Adesso: sebbene non sia ancora stato riportato nei documenti pubblicati dall'IRC, nel BLS pediatrico l'ERC 2005 indica che restano invariate le 5 ventilazioni iniziali, si abbandona anche quì la ricerca dei segni di circolazione ed il rapporto compressioni/ventilazioni diventa 15:2

Letto 3381 volte